La divulgazione, può essere definita come «l’azione, il fatto di divulgare, d’essere divulgato. In particolare, diffusione di teorie o dottrine scientifiche, filosofiche, politiche, economiche, ecc., attraverso esposizioni piane e compendiose, senza tecnicismi, e insieme sufficientemente sistematiche, sia come fine a sé stessa, sia con lo scopo di interessare un sempre più largo strato sociale alle nuove scoperte, al progresso del pensiero e della scienza e di contribuire all’elevazione politico-culturale delle masse» (Treccani, s.d.).

Partendo da questa descrizione, possiamo dire che il divulgatore scientifico è un esperto di una data materia, uno scienziato o un ricercatore.